Contenuto riservato agli abbonati

La ripresa al Tribunale di Gorizia blindata e con udienze “virtuali”

Il tribunale di Gorizia

Il presidente dell’Ordine degli avvocati, Francesco De Benedittis, parla di videoconferenze: «Nulla sarà come prima, c’è pieno accordo con il presidente Sansone e il procuratore Lia» 

GORIZIA Nulla sarà come prima. Dopo il 15 aprile, salvo ulteriori proroghe (si parla fino all’11 maggio), anche al Tribunale di Gorizia si affronterà la ripresa a “piccole dosi”. Un’attività parziale caratterizzata da accorgimenti stringenti, per arrivare a regime il primo luglio, dopo una fase intermedia. Nelle aule giudiziarie si profilano scenari all’insegna di modalità “adattate” alle esigenze di sicurezza, fino a ipotizzare udienze “virtuali”, in videoconferenza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Un'auto senza targa in fiamme nei campi a San Floriano del Collio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi