Notte di fuoco al Cpr di Gradisca: appiccati incendi, danni a porte e arredi

Uno scorcio del muro che circonda la struttura di Gradisca d’Isonzo

Sul posto sono dovuti intervenire i vigili del fuoco e l'esercito

GRADISCA Notte di fuoco al Centro per i rimpatri di Gradisca d’Isonzo. All’interno della struttura - dove al momento sono ospitati una cinquantina di migranti irregolare da espellere – sono stati appiccati, fra domenica 29 e lunedì 30 marzo, diversi incendi che hanno danneggiato porte e arredi.

Sul posto sono dovuti intervenire i vigili del fuoco, assieme all’esercito e alle forze dell’ordine per spegnere le fiamme e allontanare alcuni rivoltosi.

Non è la prima volta che simili episodi avvengono al Cpr di Gradisca - attigua al Centro accoglienza per richiedenti asilo, struttura distinta non solo come edificio ma soprattutto come tipologia di migranti che, in questo caso, possono anche uscire liberamente – dove recentemente erano stati bruciati materassi per coprire alcuni tentativi di fuga.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi