Coronavirus, Esof 2020 rinviato a settembre 

A causa della pandemia è stato deciso di posticipare di due mesi l'atteso evento internazionale che farà di Trieste la capitale europea della scienza, inizialmente previsto dal 5 al 9 luglio.  A dare l'annuncio sono stati EuroScience e Fondazione Internazionale Trieste 

TRIESTE EuroScience e Fondazione Internazionale Trieste annunciano il rinvio a settembre dell’edizione 2020 di Esof, previsto a Trieste dal 5 al 9 luglio prossimi. In conseguenza della pandemia da Coronavirus e delle eccezionali misure di prevenzione e sicurezza adottate in Italia e in diversi Paesi per le settimane a venire, il forum viene spostato al 2-6 settembre 2020, compatibilmente con l’evoluzione della situazione.

La ricalendarizzazione sarà accompagnata da un aggiornamento e una rivisitazione del programma, valutando il ricorso a sessioni in teleconferenza emultimediali ea una maggiore focalizzazione sui contenuti legati ai temi della salute pubblica e dell’ambiente, al centro del dibattito scientifico, politico e pubblico in questi giorni in tutto il mondo, a seguito dell’emergenza sanitaria globale.

L’organizzazione di Esof manterrà gli impegni con gli sponsor e con i soggetti imprenditoriali coinvolti nell’evento, confermandouna delle peculiaritàdella manifestazione, vale a dire la valorizzazionedel ruolo della scienza come motore di sviluppo.“ESOF è il luogo in cui la comunità scientifica si incontra per riflettere sul suo posto nella società” afferma Stefano Fantoni, Champion di ESOF2020 Trieste.

“In questi tempi difficili, la ricerca scientifica è più cruciale che mai e il suo impatto, così come la sua comunicazione ai governi e al pubblico, sono della massima importanza. Di fronte alla crescente necessità di informazioni accurate e affidabili e di azioni efficaci per lo sviluppo sostenibile,l’assistenza sanitaria accessibile, un’alimentazione adeguata, tecnologie centrate sull’uomo e migliori condizioni di vita per tutta l’umanità, il mondo della scienza insieme ai decisoripolitici e agli attori dell’ecomomia, ha più che mai il dovere di promuovere un confronto ampio, da cui scaturiscano soluzioni efficaci e durature alle diverse crisi in atto, da quella pandemica a quella climatica. Per questo siamo impegnati più che mai a tenere il Forum quest’anno, consapevoli dell’urgenza di strategie condivise che l’attualità impone”.

Parla Fantoni

«In questi tempi difficili, la ricerca scientifica è più cruciale che mai e il suo impatto, così come la sua comunicazione ai governi e al pubblico, sono della massima importanza». Lo ha detto il Champions di Esof, Sergio Fantoni. «Di fronte alla crescente necessità di informazioni accurate e affidabili e di azioni efficaci per lo sviluppo sostenibile, l'assistenza sanitaria accessibile, un'alimentazione adeguata - ha proseguito - tecnologie centrate sull'uomo e migliori condizioni di vita per tutta l'umanità, il mondo della scienza insieme ai decisori politici e agli attori dell'ecomomia, ha più che mai il dovere di promuovere un confronto ampio». Un confronto da cui «scaturiscano soluzioni efficaci e durature alle diverse crisi in atto, da quella pandemica a quella climatica. Per questo siamo impegnati più che mai a tenere il Forum quest'anno, consapevoli dell'urgenza di strategie condivise che l'attualità impone»

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi