L’Asugi compra 18 auto Ecco il Suv porta organi pronto con ogni meteo

L’Azienda sanitaria sta rinnovando il proprio parco mezzi Oltre alla super Toyota Rav 4 in arrivo 14 Ypsilon e tre Doblò



Il primo mezzo ibrido di Asugi sarà allestito per il trasporto di organi e plasma mentre sono in arrivo 17 nuove macchine di servizio. L’Asugi, l’Azienda sanitaria universitaria Giuliano-Isontina, sta rinnovando il parco vetture, e lo fa in parte attraverso la convenzione Consip, la Centrale acquisti della pubblica amministrazione e in parte attraverso una ricerca di mercato.


Le procedure per l’acquisto dei nuovi mezzi erano in realtà state avviate con il Piano degli investimenti triennali della vecchia Asuits, l’Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste, e da queste era emersa in particolare la necessità di di dotarsi di una nuova macchina dedicata appunto al trasporto di organi e plasma.

Uno degli automezzi allestiti a tale fine ha infatti un chilometraggio elevato e inoltre una scarsa affidabilità, dovendo peraltro essere sottoposto a continue riparazioni e interventi di manutenzione dal costo elevato. Per questa specificità di mezzi non esiste una convenzione Consip e neanche erano in corso forniture da parte della Centrale unica di committenza della Regione o di Arcs, l’Azienda zero.

È stata quindi avviata un’indagine di mercato attraverso la quale è arrivata la proposta della ditta Olmedo Spa di Bibbiano, che al prezzo di 48.768 euro, Iva e immatricolazione incluse, fornirà una Toyota Rav4 2.5 Hybrid con trazione integrale. La curiosità deriva dal fatto che sarà la prima macchina ibrida in dotazione all’Azienda sanitaria, che potrà contare in questo modo su un Suv in grado di muoversi in quasi tutte le condizioni meteo, vista anche l’importanza del servizio che dovrà svolgere. Avranno invece un motore benzina 1.2 di cilindrata da 69 cavalli le 14 Nuova Ypsilon che entreranno in servizio a breve grazie alla convenzione Consip, che prevede un costo totale di 142. 661 euro, Iva e immatricolazione incluse.

Grazie alla stessa convenzione arriveranno anche tre Fiat Doblò cargo con motore Diesel 1.3 multijet da 95 cavalli e dal costo complessivo, sempre comprese l’Iva e l’immatricolazione, di 43.099 euro.

Tutti i provvedimenti per l’acquisto dei 18 mezzi sono stati firmati dal responsabile della Struttura complessa Approvvigionamenti e gestione servizi Giovanni Maria Coloni.—



Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi