Contenuto riservato agli abbonati

Tari “agevolata” per i ristoranti e i locali di Gorizia. La tariffa base Imu resta al 7,6 per mille

Una delle ultime sedute della giunta comunale di Gorizia Foto Pierluigi Bumbaca

Il documento contabile dovrà fare a meno della riserva straordinaria di 600 mila euro dell’Apt. Conti da far quadrare

GORIZIA Un contributo di 50 mila euro per l’abbattimento della Tari (acronimo di tassa rifiuti), rivolto alle attività di ristorazione e somministrazione, in parole più povere a ristoranti, trattorie, bar. E poi, tariffa base dell’Imu al 7,6 per mille, nonostante il Governo abbia imposto di portarla all’8,6. Un provvedimento preso «per non gravare sulle tasche dei cittadini in un momento difficile per l’economia non solo della città ma a livello globale».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi