In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Ex caserma Pasubio invasa dalle erbacce La giunta corre ai ripari

Balzarotti: «La vegetazione sta prendendo il sopravvento» Il sindaco: a breve le opere di pulizia che dureranno due mesi

1 minuto di lettura



La giunta comunale di Cervignano ha approvato da poco un documento che sancisce la collaborazione con la Regione Fvg per i lavori di ripulitura dalla vegetazione infestante e manutenzione del verde all’interno della Caserma Monte Pasubio. Un intervento preliminare quindi, che mira a liberare l’area dalle piante infestanti per poi procedere a nuovi progetti, come la futura creazione di un nuovo polo scolastico e sanitario. I lavori inizieranno a breve e dureranno circa due mesi.

«La collaborazione ci aiuterà a migliorare la caserma – dice il sindaco Gianluigi Savino –, anche se siamo concentrati su tutti i grandi progetti di riqualificazione dell’ex sito militare, che hanno bisogno di tempi lunghi». La caserma, che realizzata negli anni Venti si trova in via Terza Armata, è stata spesso sotto la lente d’ingrandimento dei cittadini, e da molto tempo necessita un ripristino ambientale. Dopo essere stata una delle più capienti strutture utilizzate per l’accoglienza degli sfollati della ex-Jugoslavia, l’intero complesso è stato poi dismesso. Grande attenzione alla condizione della struttura è stata posta da ex militari. Questa volta è intervenuto Riccardo Balzarotti, presidente dell’associazione “Amici dei musei spezzini e della lunigiana” che ha trascorso molti anni nella caserma Monte Pasubio come ufficiale nel “Lancieri d’Aosta”. Nei mesi scorsi, dopo aver collaborato con l’Associazione “Cervignano Nostra”, per l’ultimo appuntamento con le Settimane della storia, Balzarotti ha notato lo stato di degrado della struttura e subito aveva scritto tre missive indirizzate al sindaco Savino, all’Associazione “Cervignano Nostra” e al direttore del Polo museale del Friuli Vg denunciando la situazione. «Ho avuto il piacere – spiega Balzerotti – di tenere una conferenza qua ed essendo legato a questi luoghi ho deciso di scrivere a chi di dovere. Non ho potuto non dare uno sguardo alla vecchia caserma, da anni abbandonata: la vegetazione selvaggia sta prendendo il sopravvento. Il sindaco tuttavia mi ha rassicurato».

Il presidente dell’associazione culturale Cervignano Nostra, Michele Tomaselli, spiega: «Ci impegneremo a segnalare le questioni alla Soprintendenza affinché l’amministrazione provveda ad attuare un recupero degli edifici vincolati».

È fiducioso il sindaco che ricorda come «il circolo ufficiali è tra gli immobili vincolati ed è nostra intenzione valorizzare questa zona. I lavori di demolizione si sono localizzati nella parte della caserma vicina agli impianti sportivi». —



I commenti dei lettori