Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, bar e ristoranti in ginocchio a Trieste: «Perso il 40% degli incassi»

Tavolini in un bar semideserto

Il grido d’allarme lanciato dalla Fipe cittadina. Cancellate decine di eventi  tra feste, battesimi e lauree. Quasi ufficiale l’addio al preolimpico di pallanuoto

TRIESTE L’arrivo del coronavirus in Italia non giova al commercio, pubblici esercizi di Trieste inclusi. Il presidente Fipe Fvg Bruno Vesnaver e la presidente della Fipe triestina Federica Suban denunciano in un comunicato congiunto la situazione: «Il nostro comparto trema, soprattutto di fronte all’incertezza, alle inevitabili ricadute sul turismo e ai tempi di questa emergenza, che potrebbe durare una settimana come pure mesi».

Video del giorno

Roma-Feyenoord, un uomo albanese ferito alla testa. Tifosi olandesi portati in commissariato

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi