Contenuto riservato agli abbonati

«Pietre d’inciampo dedicate agli infoibati». Ma l’idea di Fratelli d’Italia irrita il sindaco

Le pietre d’inciampo presentate sabato 8 febbraio dagli esponenti locali di Fratelli d’Italia

Scoccimarro presenta le targhe già realizzate. Dipiazza: «Non sapevo nulla. Eppure prima di fare queste cose si avvisa»

TRIESTE Fratelli d’Italia, tramite l’assessore regionale Fabio Scoccimarro, dona al Comune di Trieste le prime “pietre d’inciampo” dedicate alle vittime delle foibe. Ma il primo cittadino Roberto Dipiazza lo gela: «Prima di fare queste cose, si avvisa il sindaco». Insomma prima ancora di essere posate, le pietre accendono lo scontro. Anche tra le stesse forze di centrodestra.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

L'orsetto salvato nel Parco d'Abruzzo e ricongiunto alla famiglia: è l'unico caso in Europa

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi