Contenuto riservato agli abbonati

Dal colle di San Giusto al centro di Cittanova, il mini pellegrinaggio nei luoghi di Bonifacio

Pellegrini durante un momento di raccoglimento in una delle tappe del cammino

Due ragazzi dell’Azione cattolica hanno creato un itinerario dedicato al beato Francesco ucciso nel ’46 sulla scia del cammino di Santiago 

TRIESTE Dal castello di San Giusto fino a Muggia vecchia, il tratto che si interseca con via Flavia: è questo il punto iniziale del Sentiero che termina a Cittanova ed è dedicato al beato Francesco Bonifacio, nato a Pirano nel 1912 e ucciso l’11 settembre 1946 nella strada tra Crassiza e Grisignana per mano di alcune guardie popolari jugoslave. La sua colpa fu quella difendere la fede della sua gente dall’ateismo che si pretendeva di imporre e stimolare all’epoca i giovani delle terre in cui era nato e vissuto a iscriversi all’Azione cattolica, realtà non vista di buon occhio in quel momento dai leader comunisti.

Video del giorno

Checco Zalone in festa sulla barca dell’oligarca

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi