Contenuto riservato agli abbonati

Simulatori di guida pilates e yoga: dipendenti Generali come i piloti Ferrari

Il simulatore di guida che usano i piloti della Ferrari a disposizione dei dipendenti delle Generali

Palestre e percorsi ginnici per i 3mila dipendenti. Con l’assistenza della società che cura la preparazione sportiva a Maranello

MILANO Una seduta di yoga al momento di uscire dall’ufficio per non portarsi a casa lo stress lavorativo. Un corso di autodifesa o un circuito di attrezzi in pausa pranzo per ritemprare corpo e spirito. Una passeggiata nell’area relax prima di fiondarsi al lavoro in postazione. Sarebbe riduttivo definire una palestra l’iniziativa lanciata da Generali presso la torre di Citylife a Milano e dedicata ai suoi dipendenti. Perché dietro la sua creazione, al terzo piano del complesso che ospita 3mila dipendenti del Leone, c’è un lungo studio sul ruolo che il benessere fisco può giocare per favorire il benessere, e quindi la produttività sul luogo di lavoro.

Non a caso il concept porta la firma, oltre che di Welion (società del gruppo specializzata nel welfare aziendale), anche di Med-Ex, società si occupa da 25 anni dell’assistenza medica e della preparazione sportiva dei piloti della scuderia Ferrari.


La società rappresenta un’eccellenza nello sviluppo di programmi per la prevenzione primaria sui corretti stili di vita, con la creazione di check-up mirati volti a monitorare e ridurre i fattori di rischio cardiovascolari, così come allo stimolo di attività sportive per migliore il benessere psico-fisico delle persone. La presenza di istruttori per le attività ginniche e di medici per realizzare un check-up fisico sono tra i tratti distintivi di questa iniziativa rispetto alla classica palestra aziendale che in tante occasioni è ormai presente almeno tra le organizzazioni di medie e grandi dimensioni.

«Ci siamo mossi con la consapevolezza che il lavoratore in condizione di benessere ottiene vantaggi non solo per sé, ma anche per il gruppo nel quale opera e in definitiva per l’azienda», spiega Maurizia Cecchet, head of human capital group investments asset & wealth management, che ha curato il progetto di quello che viene considerato un vero e proprio laboratorio per coltivare le energie delle persone. Una soluzione che verosimilmente è destinata a costituire un benchmark anche per altre aziende.

Questa iniziativa è il seguito di un progetto partito negli anni scorsi, prima con un focus sugli aspetti dell’alimentazione sana in ottica di benessere generale, quindi con la nascita della caffetteria interna al secondo piano, concepita non solo come area ristoro ma come vera e propria lounge con arredi all’avanguardia per ergonomia e funzionalità. E ora questo spazio pulifunzionale nel quale si alternano occasioni di relax e opportunità per restare in forma con l'attività fisica sia su base individuale, che attraverso la frequenza di corsi di gruppo. L’energy Hub è già attivo da inizio anno.

L’accesso è prenotabile via app, dove sono disponibili tutti i corsi del giorno ed è possibile conoscere se vi sono posti liberi.

«L’accesso è consentito solo nei momenti in cui sono presenti i tutor qualificati», spiega Cecchet, «e in particolare la mattina presto, nel corso della pausa pranza e dopo l’orario di ufficio».

Le tre sale sono organizzate in modo tale che una è specializzata negli attrezzi, per dare la possibilità agli utenti di seguire percorsi ginnici mirati, la seconda per attività come lo yoga, pilates, la ginnastica posturiale e gli esercizi muscolari, oltre che corsi più innovativi come difesa personale ed percorsi specifici per mamme al rientro dalla gravidanza, percorsi di riabilitazione orientati a disabilità specifiche nell’ottica delle politiche Generali di Diversity & Inclusion.

E infine, unicum nel suo genere, una sala “mindfulness” finalizzata al miglioramento della prontezza di riflessi e della concentrazione, potendo servirsi anche di un simulatore di guida proprio come i piloti Ferrari, oltre a specifici percorsi individuali su richiesta. —


 

Video del giorno

Sole e temperatura mite a Trieste, anche a gennaio la domenica al mare

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi