Contenuto riservato agli abbonati

L’imprenditore “pigliatutto” Ritossa compra pure l’ex atelier di Spagnoli a Trieste

Dopo ex Distretto militare e Filodrammatico, vinta per 530 mila euro l’asta per la casa di via Ospitale

TRIESTE Gabriele Ritossa si candida a mago della resurrezione edilizia triestina. Dopo aver comprato l’ex Distretto militare sotto San Giusto e l’ex Filodrammatico in via degli Artisti (insieme ad Alessandro Pedone e Alberto Diasparra), il cinquantenne imprenditore, che opera anche nelle case di cura per anziani con il brand Zaffiro, ha messo a segno il triplete comprando uno dei più rinomati ruderi del ben provvisto campionario comunale: l’antico edificio di via dell’Ospitale 12, conosciuto per aver ospitato fino alla metà dello scorso decennio l’atelier di Nino Spagnoli.

Lo stabile, sul quale insiste un vincolo della Soprintendenza, è confinante con l’ex Distretto, per cui va a configurarsi un ampio compendio “sinergico” probabilmente destinato a fini ricettivo-alberghieri.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi