Contenuto riservato agli abbonati

Ruote d’auto in mare, boe e bidoni nel bosco: il lato “oscuro” della baia di Sistiana

Rifiuti in mare nella baia di Sistiana

Cumuli di rifiuti fra il porticciolo e il “retro” di Castelreggio. Le critiche dei pescatori della zona ai colleghi di fuori

DUINO AURISINA Boe alte più di un metro, bidoni cilindrici in vetroresina e ulteriori materiali abbandonati sul declivio dietro l’entrata del bagno di Castelreggio. E poi, ancora, copertoni d’automobili, tubi di plastica, reti e perfino una sedia sul fondo del mare, all’interno del porticciolo. È lo stato in cui versa parte della baia di Sistiana, in particolar modo l’area attigua al molo cui fanno riferimento come “base” i pescatori della zona.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Come si prepara la bagna cauda? Ecco il tutorial dal Bagna Cauda Day

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi