Contenuto riservato agli abbonati

Un marina in Porto vecchio a Trieste. Progetto del magnate Kostic

Un’immagine dell’hotel Kempinski a Portorose, una delle strutture alberghiere adriatiche di cui è proprietario Miodrag Kostic, il magnate serbo alla guida del gruppo Mk.

L’imprenditore serbo, proprietario dei Kempinski hotel di Portorose e Salvore,  pensa allo specchio d’acqua tra i Moli II e III, agli hangar 6 e 9, all’Adria terminal

TRIESTE Miodrag Kostic è uno degli uomini più ricchi della Serbia ed è agevolmente classificabile nella categoria dei magnati. Il suo impero siglato Mk, domiciliato a Belgrado, si estende dall’alimentare, dove nasce dallo zucchero e si sviluppa con la controllata Carnex, al turistico-alberghiero, dove possiede molti insediamenti di fascia alta sulla costa adriatica, dalla Slovenia al Montenegro. Tra questi compendi vale la pena ricordare gli edifici che ospitano gli hotel Kempinski a Portorose e a Salvore.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi