In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Leonardo il nome più gettonato dalle famiglie goriziane

Nel 2019 ha battuto tutti. Scelti tra i maschi anche Gabriele e Riccardo, tra le bambine Sofia e Aurora. Un solo Mario. Non manca Salah

2 minuti di lettura
Bambini 

GORIZIA Il 2019 è stato l’anno dedicato a Leonardo e i genitori goriziani hanno reso omaggio al genio di Vinci portando il suo nome in vetta alla classifica dei più scelti.

Da Adam a Zeno, passando proprio per Leonardo, lo scorso anno mamme e papà si sono sbizzarriti scegliendo complessivamente 159 nomi diversi per i 190 bambini registrati all’anagrafe goriziana. Il dato è in leggera flessione dal momento che nel 2018 i nomi erano stati 172 per 210 nati, tuttavia tra i vari Aden, Alea, Amaya, Deva, Endri, Hapsa, Heidi, Inaya, Jad, Keily, Marwa, Medina, Niima, Nizar, Riyyan, Summer, Tian e Yahya la fantasia non è certo mancata. Va da sé che con 74 nomi maschili per 94 nati e 85 nomi femminili per 96 nate anche le scelte più frequenti non eccedono le dita di una mano. È esattamente il caso di Leonardo che si piazza in testa alla classifica assoluta con cinque preferenze.

Per quanto riguarda le bambine, a dividersi il gradino più alto del podio sono Sofia e Aurora (3 preferenze a testa). Nel 2018 a imporsi tra le femminucce era stata Alice (4), mentre tra i maschietti in vetta si era registrato l’ex aequo tra Matteo e Nicola (3). Se Alice è ora scesa a quota due e Matteo è scivolato nella massa indistinta di “quota uno”, il nome Nicola è invece scomparso nel nulla. Di lui sono rimaste solo le variabili Niccolò e Nikolas e il composto Dylan Nikola (uno a testa).

A tallonare il nome più gettonato dello scorso anno ci sono Gabriele e Riccardo (4), con il primo che però può contare sulla variabile Gabriel (1). Se però nell’economia complessiva della classifica onomastica si prendono in considerazione anche le variabili e i nomi composti, Leonardo mantiene la leadership grazie al supporto di Lenard e Sofia ottiene la testa solitaria della classifica femminile grazie a Daria Sofia.

La scelta dei nomi è un momento fondamentale per le famiglie. Nella lista diffusa dal Comune di Gorizia, come sempre, compare di tutto un po’. In un mondo sempre più multiculturale, distinguere tra tradizione, esotismo e originalità ad ogni costo diventa molto difficile. Se non è quindi possibile stabilire se Salah sia figlio di una coppia straniera o di un tifoso del celebre giocatore egiziano del Liverpool, certo è che i nomi Mario e Maria sono sempre più rari. Il primo nel 2019 - come nell’anno precedente - è stato scelto da un’unica coppia; il secondo, preso singolarmente è sparito, ma resiste nei composti (Maria Caterina, Maria Laura, Maria Letizia, Angelica Maria, Giorgia Maria e Isabelle Marie). Sembra quasi che i genitori non vogliano abbandonare la tradizione, ma vogliano lasciare alle figlie la scelta di come farsi chiamare. —




 

I commenti dei lettori