Il giallo del “mister X” che ha acquistato all’autogrill di Gonars il ticket da 2,5 milioni

Il biglietto col secondo premio venduto sull’autostrada A4 100 mila euro a Trieste, 20 mila a Gorizia e Muggia (con bis)

TRIESTE Torino si è portato via il primo premio, quello da 5 milioni. Ma in Friuli Venezia Giulia si festeggia comunque, e non poco, dopo l’estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria Italia 2020. Perché a Gonars è stato venduto il ticket che vale il secondo premio, da 2,5 milioni: la conferma arriva da Sabrina La Gatta, direttrice dell’autogrill Gonars Sud, in direzione Trieste. E sono targati Fvg pure altri cinque tagliandi vincenti, uno da 100 mila euro a Trieste e altri 4 da 20 mila, due a Muggia, uno a Gorizia e uno a Pordenone.

La fortuna ha toccato in particolare chi viaggiava in autostrada. Un automobilista o camionista diretto chissà verso il capoluogo regionale si è fermato a Gonars nel punto vendita Ristop per un caffè, un panino, un pacchetto di caramelle e ha pescato nel mazzo il biglietto P 463112, un tesoro che fa da comodo cuscino a un bel pezzo di vita. «Speriamo i soldi siano andati a chi ha bisogno», l’augurio dei dipendenti dell’area di sosta prima ancora che si diffondesse la bufala web che assicurava la vincita di un residente, con tanto di reddito di cittadinanza. Al contrario la caccia al vincitore, subito scattata, è molto complicata.


Soprattutto di fronte a una somma di tale entità. Il neo milionario di Gonars (trasformata al momento dell’annuncio in tv in «Gornas» da Amadeus, il conduttore dei Soliti Ignoti) regala in ogni caso al paese della Bassa, al centro in questi mesi dei lavori per la terza corsia della A4, un record storico, secondo solo a quello di Torino, che aveva registrato in passato cinque premi di prima fascia (3 miliardi ai tempi delle lire e poi 1,5 milioni di euro), ma mai in precedenza aveva centrato il primo premio. «Una pubblicità enorme per la nostra comunità», il commento del sindaco Ivan Diego Boemo, consapevole del colpaccio di un biglietto spuntato tra 6 milioni e 717 mila (il 3,4% in meno dei 6 milioni e 955 mila di un anno fa), per un incasso di 33,5 milioni di euro, con il Lazio che si conferma prima regione per vendite, con 1,3 milioni di tagliandi (il 20% del totale nazionale), ma in calo del 5,2% rispetto allo scorso anno, e Roma capitale della Lotteria con più di un milione di biglietti venduti, poco meno della Lombardia intera, seconda regione in classifica, davanti a Emilia Romagna e Campania. Il Fvg, che l’agenzia di stampa giochi e scommesse AgiproNews definisce «regolarmente assente dai grandi premi da tanti anni», risulta però secondo dietro al Piemonte (un totale di 5.480.000 euro) quanto a importi. Perché i 2,5 milioni di Gonars diventano 2.680.000 euro se si sommano anche gli altri cinque premi. Il più importante è quello da 100 mila euro (tra i 20 di seconda categoria), soldi regalati dal M 160464 venduto a Trieste, come informa ancora AgiproNews, in via Cesare Battisti 8, nel bar di Zhao Lianzhen. Quindi, l’incredibile doppia estrazione favorevole a Muggia: il Q 214708 e il Q 386799, entrambi venduti in piazzale Curiel, il primo nella tabaccheria di Donatella Mondo, il secondo nell’edicola di Elide Apollonio. E pure Gorizia sorride con il biglietto F 139463 venduto in via Persoglia nella paninoteca Anfora di Cristina Perta Cuza.

Ultimo premio Fvg di terza categoria (da 20.000 euro) quello legato al biglietto G 107109 venduto a Pordenone. Dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei biglietti, i vincitori hanno sei mesi per incassare la vincita. Dovranno presentare il tagliando vincente, naturalmente integro e in originale, negli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo oppure all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali. Se tutto verrà considerato regolare, i soldi arriveranno entro i successivi 30 giorni. —


 

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi