Contenuto riservato agli abbonati

Tecnico triestino morto a 70 metri di profondità in Angola

Un palombaro sott'acqua in una foto di archivio e, a destra, Wolfrang Galletti

Il quarantatreenne Wolfrang Galletti è stato travolto da una grossa tubazione mentre si trovava immerso per un intervento subacqueo

TRIESTE Tragedia negli abissi dell’Angola. Il quarantatreenne triestino Wolfrang Galletti è morto mentre stava lavorando a un impianto subacqueo.

L’uomo, stando a quanto si apprende, è rimasto schiacciato sul fondale. Si presume da una grossa tubazione. La dinamica non è chiara. Quel che è certo è che l’incidente è avvenuto a decine di metri di profondità. Una settantina.


Galletti era un “Operatore tecnico subacqueo di Alto fondale” (Ots-Af).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, entrano i primi camion al Porto

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi