Contenuto riservato agli abbonati

L’esposto di Piredda&Cattarini: «A Monfalcone ridotti gli spazi di democrazia»

L’insegnante accusato di aver istigato diffamazioni social contro il sindaco annuncia con il legale-dem una contro-querela da presentare in Procura

MONFALCONE. Una denuncia tira l’altra. Alla querela depositata in Procura dalla sindaca Anna Maria Cisint per difendersi «dai post diffamatori pubblicati via Facebook sul mio conto», l’opposizione risponde con un altro esposto. Pare insomma dover continuare in un’aula del Tribunale la bufera politica scatenatasi sulla piazza virtuale dei social e finita, il 9 dicembre scorso, in Consiglio comunale.

In assise la sindaca aveva annunciato l’azione presa nei confronti di chi la sbeffeggia sui social «istigato», secondo l’accusa, dall’insegnante Stefano Piredda.

Video del giorno

Processo Depp, Kate Moss smentisce Heard: “Non mi ha mai picchiata durante tutta la relazione”

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi