La goriziana Valentina sforna il terzo panettone più buono d'Italia

Valentina De Luca (Bumbaca)

Il dolce tradizionale creato dalla pasticcera De Luca de “L’Oca Golosa” giudicato tra i migliori del Paese dalla giuria guidata dal celebre Luigi Biasetto

GORIZIA È goriziano uno dei migliori panettoni artigianali d’Italia. Il terzo, per essere precisi, stando alla classifica stilata dalla giuria del concorso nazionale “Mastro Panettone” organizzato dal portale “Goloasi.it”. E visto che a presiederla era niente mano che il maestro pasticcere Luigi Biasetto – campione del mondo nel 1997 grazie alla creazione della famosa torta “Setteveli” –, c’è davvero da crederci. A stregare Biasetto, convincendo anche gli altri membri della giuria, è stato il panettone artigianale di Valentina De Luca, giovane pasticcera che assieme al fratello Federico (pure lui apprezzatissimo professionista del mondo della pasticceria) e a Francesco Pizzigallo ha dato vita ormai da diversi anni alla pasticceria “L’Oca Golosa” di corso Italia.

Il dolce premiato


«Da tempo ci siamo applicati per realizzare un panettone di altissima qualità, rigorosamente rispettoso del severo disciplinare esistente – spiega Federico De Luca –, con ingredienti a chilometro zero, oltre che con lievito madre, uova fresche, burro italiano, scorza di arance di Sicilia, vaniglia in bacca, uvetta sultanina e canditi, senza quindi semi lavorati, aromi chimici o conservanti».

Dietro il successo del panettone de “L’Oca Golosa”, che già lo scorso anno era stato menzionato tra i primi trenta in Italia, c’è però il lavoro di perfezionamento instancabile della 27enne Valentina, pasticcera che si sta specializzando proprio nei “grandi lievitati”. «Abbiamo perfezionato la nostra ricetta prestando maggiore attenzione alle varie fasi di preparazione – spiega –. Preparare un panettone non significa solo assemblare tra loro una serie di ingredienti, ma portare a compimento un percorso fatto di studi ed esperimenti. Provando e riprovando, dopo aver approfondito la materia, ho ottenuto ciò che volevo». E il lavoro della giovane goriziana ha dato decisamente i suoi frutti, dato che oltre al terzo gradino del podio di “Mastro Panettone” (la cui finale si è svolta a Bari) il panettone artigianale de “L’Oca Golosa” di Gorizia è stato inserito anche tra i finalisti della competizione su scala mondiale.

Intanto, se quest’anno il titolo per il panettone tradizionale al concorso nazionale promosso da “Goloasi.it” è finito a Foggia, al bar “Terzo millennio” di Andrea Barile (seguito al secondo posto da Francesco Borioli di Infermentum, di Stallavena in provincia di Verona), i goriziani Valentina e Federico promettono di crescere ancora, spinti anche dalla soddisfazione di veder riconosciute le loro fatiche. «Devo dire che il nostro panettone è molto richiesto anche fuori città e fuori regione – spiega Federico De Luca –, e grazie ad internet lo vendiamo anche in tutto il Triveneto, fino in Trentino». –


 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi