Contenuto riservato agli abbonati

Rete ferroviaria portuale: in arrivo 39 milioni dalla Bei

Una veduta aerea della ferrovia che l’Autorità portuale vuole potenziare al servizio dell’attività dello scalo di Trieste

La Banca europea per gli investimenti accende la linea di credito che servirà a potenziare il nodo di Campo Marzio e gli altri collegamenti nell’ambito di Trihub

TRIESTE Un mutuo da 39 milioni per dare forza al progetto di raddoppio della capacità ferroviaria del porto di Trieste. La somma era già prevista all’interno del totale da quasi duecento milioni del piano denominato Trihub: la novità è che la Banca europea per gli investimenti (Bei) ha acceso la linea di credito a favore dell’Autorità portuale di Trieste. Il mutuo rientra nel più ampio programma di finanziamento per la realizzazione delle reti ferroviarie Ten-t, che la Bei ha approvato nel 2014 e che mette a disposizione dei porti italiani mezzo miliardo di euro.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi