Fa la pipì in Corso Saba, denunciato dalla polizia

L'area che da piazza Goldoni porta a Corso Saba

Multato per atti osceni in luogo pubblico un italiano 58enne che ha scambiato le vetrine dei negozi per un bagno pubblico, incurante anche dei passanti, bimbi compresi. E in via XXX ottobre un 37enne appicca il fuoco

TRIESTE Si è messo a fare pipì in pieno giorno e in pieno centro, ieri, giovedì 5 dicembre, un 58enne italiano che ha evidentemente scambiato le vetrine dei negozi per bagni pubbici, incurante dei passanti, fra cui anche alcuni bambini. E' accaduto in corso Saba a Trieste. La scena non è passata inosservata neanche agli occhi degli operatori della squadra volante di polizia, che per una serie di controlli si trovavano già nei dintorni e che sono riusciti, a fatica, a bloccare l'uomo e a identificarlo. Il 58enne è stato così denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e multato per atti osceni in luogo pubblico.

La giornata è stata segnata anche da un altro episodio avvenuto sempre in centro, questa volta in via XXX Ottobre. Un italiano di 37 anni ha, senza apparente motivo, appiccato il fuoco con due accendini a dei cartoni posti accanto ad alcuni cassonetti dell’immondizia. L'uomo è stato per danneggiamento aggravato. I segni delle bruciature sono infatti rimasti evidenti sia sul marciapiede sia sul muro del palazzo più vicino. Danneggiato anche il vetro di una finestra posta al piano terra dello stabile. 

Video del giorno

Autostrada A1 bloccata: l'incendio del camion è spaventoso

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi