Contenuto riservato agli abbonati

Startup triestina lancia la sanità 4.0: così il medico va sulla “nuvola”

La medicina del futuro

Intelligenza artificiale, un software avanzato e immagini sulla "cloud": O3 Enterprise consente diagnosi più veloci

TRIESTE. Una storia cominciata all’interno delle mura universitarie triestine, O3 Enterprise è uno spin off accademico attivo nel settore biomedicale che offre soluzioni informatiche nuove in campo sanitario come gestire i dati del paziente online sulla nuvola (cloud) per l’analisi comparata dei medici rispettando in modo assoluto la privacy del paziente. Fondata nel 2008 da Andrea Poli, giovane amministratore delegato di 41 anni, oggi affiancato da due soci Stefano Fait direttore commerciale e Lorenzo Rizzatto direttore tecnico. La sede principale è in Area Science Park mentre una seconda operativa si trova a Gorizia. Il prodotto di punta è la piattaforma Zeeromed che permette alle strutture sanitarie di archiviare e gestire in un unico punto tutti i dati clinici prodotti dai vari dipartimenti, come immagini radiologiche, video chirurgici, tracciati cardiologici, vetrini istologici, oltre a gestire completamente il flusso di lavoro.

Il team della O3 Enterprise

La suite fornisce la completa visione delle informazioni legate al paziente, sia dal punto di vista clinico sia dal punto di vista amministrativo. Grazie ad un'interfaccia chiara e semplice, ogni informazione è sempre a portata di clic. Zeeromed, software completamente sviluppato in Friuli-Venezia Giulia, ha consentito progetti presso strutture sanitarie su tutto il territorio nazionale ma anche fuori dai confini, in particolare negli Stati Uniti e America Latina. Di particolare interesse regionale il progetto Pacs Friuli Venezia Giulia nel quale la soluzione Zeeromed gestisce tutti gli esami radiologici prodotti in regione per l’archiviazione a lungo termine e la distribuzione sul territorio.

Commenta Stefano Fait: «Di base gli ospedali tendono ad avere un archivio di immagini separato, ad esempio radiologia ha il suo e così cardiologia». «Oggi invece - prosegue - la tendenza è creare un archivio delle immagini unico, inoltre la nostra piattaforma offre anche un visualizzatore universale che consente a team multidisciplinari (radiologi, cardiologi e altri medici specialisti) di condividere le immagini e le informazioni dal momento che è possibile accedere alla piattaforma da qualsiasi pc, potendo disporre in tempo reale di tutte le informazioni ed immagini del paziente». «Il vantaggio maggiore per i medici - spiega - è di avere un unico archivio di tutte le tipologie di immagini ed esami legati al singolo paziente: tutta la storia clinica del paziente è a portata di clic sia a livello di referti e soprattutto a livello di immagini all'interno di un solo applicativo e visualizzatore, con la possibilità quindi di confrontare un esame radiologico ad esempio con uno cardiologico o il video della sala operatoria e di condividere con altri specialisti un dato anche a distanza, tutto ovviamente nella massima sicurezza».

Pionieri in questo settore, tanto che anche Google li ha notati e scelti come partner tecnologico di Google Cloud per portare avanti progetti in particolare nel settore radiologico. Nel 2018, O3 ha partecipato al congresso RSNA (Radiological Society of North America) a Chicago, il più importante evento a livello mondiale per la radiologia, con un proprio spazio dedicato all’interno dello stand di Google Cloud per alcune demo live dei propri progetti. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Video del giorno

Trieste, partono i lavori di riqualificazione dell'ex meccanografico

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi