Contenuto riservato agli abbonati

Città sott’acqua, è solo l’inizio: Trieste nella mappa del rischio

Inserita tra le 40 aree costiere in cui ci sarà il maggiore pericolo di inondazioni Preoccupazione anche per l’impatto sul patrimonio storico: citato il caso Risiera

TRIESTE L’ondata di maltempo che ieri ha flagellato buona parte della regione (compreso l’Isontino) ha risparmiato l’area triestina, ma se questa volta l’allerta meteo è potuta rientrare senza lasciare strascichi resta la preoccupazione per una tendenza climatica che non autorizza l’ottimismo.



Tracimazioni e allagamenti in coincidenza con i picchi di marea e determinate condizioni climatiche (pioggia abbondante e vento) rischiano di rappresentare non più eventi eccezionali, ma fenomeni abituali per i triestini.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi