Il sacrificio “spaziale” di Laika che spianò la strada a Gagarin

Il 3 novembre 1957 veniva lanciata tra le stelle a bordo dello Sputnik 2 la cagnolina di cinque anni inserita nel programma targato Urss  

Domenica ricorreranno 62 anni dal lancio nello spazio di Laika, la cagnetta catapultata tra le stelle dalla base sovietica di Bajkonur. La sua missione fu quella di dimostrare che un organismo evoluto è in grado di sopravvivere fuori dell’atmosfera terrestre per diversi giorni e, così, spianare la strada a Yuri Gagarin, primo uomo ad aver compiuto la medesima impresa nel 1961. La storia di Laika non ha un lieto fine, ma il volo dello Sputnik 2, la capsula che la trasportò, fu definito tecnicamente un successo.

Laika era una meticcia di 5 anni, bianca chiazzata, accalappiata tra i vicoli di Mosca. Scelta per la docilità, le dimensioni ridotte e la capacità di resistenza alle prove a cui venne sottoposta, la cagnetta fu costretta a subire un lungo addestramento: rinchiusa in una centrifuga, il suo cuore fu spinto a battere a un ritmo di tre volte superiore il normale per pompare il sangue nel corpo schiacciato dall’accelerazione. Un test volto a simulare le reazioni fisiche in assenza di gravità. Inoltre fu costretta a vivere in gabbiette sempre più piccole e a nutrirsi solo di gelatine. Nello Sputnik 2 le condizioni sarebbero state queste.


Al lancio il battito cardiaco di Laika si impennò, per poi rientrare nella norma. All’epoca, l’Urss raccontò che il cane sopravvisse quattro giorni, ma la verità è diversa: dopo 45 anni uno degli scienziati di quel programma spaziale, Dimitri Malashenkov, confessò che l’animale morì dopo circa sei ore dalla partenza. Le cause tuttora non sono chiare, ma i sensori adibiti a controllare i suoi parametri vitali rivelarono che il cuore iniziò a pulsare in modo irregolare, finché si fermò improvvisamente. Lo Sputnik 2 rientrò nell’atmosfera e, come previsto, si disintegrò. Laika quindi, in ogni caso, non sarebbe tornata viva sulla Terra. —
 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi