Bracciate ma non solo: alla piscina “Bianchi” di Trieste s’impara il rispetto dell’ambiente

Consegnate ai piccoli allievi della scuola nuoto delle borracce in alluminio “plastic free” con un vademecum anti sprechi

TRIESTE Alla piscina “Bianchi” l’acqua è protagonista a tutto tondo: contro gli sprechi - e per una cultura “plastic free” - scende infatti in campo la Fin Plus Trieste, con un progetto formativo rivolto a oltre 500 “apprendisti” nuotatori.

«L’iniziativa che parte vuole essere educativa nei confronti dei bambini», ha spiegato ieri a bordo vasca Franco Del Campo, direttore dell’impianto e presidente Fin Plus Trieste: «Considerata la maggiore attenzione e sensibilità rivolta dai giovani, a partire da Greta, nei confronti dell’ambiente, vogliamo dare, per quel poco che possiamo, un contributo con un piccolo ma significativo progetto». E così, proprio sull’onda del tema “plastic free”, ieri sono state distribuite a un centinaio di giovanissimi della scuola nuoto delle originali borracce in alluminio, per scoraggiare l’acquisto e l’utilizzo sconsiderato di bottigliette d’acqua in plastica e per promuovere al tempo stesso l’utilità della differenziata. Ma non è tutto. Ai futuri atleti è stato anche consegnato un vademecum “tascabile” contenete tutte le ricette più efficaci e vantaggiose per evitare gli sprechi di acqua nella vita casalinga del quotidiano (e non), per un giusto riciclo e per preservare la pulizia nei luoghi del vivere comune.


Un balzo dal nuoto all’educazione civica, dunque. Gli auspici? «Un insegnamento rivolto certo ai bambini, ma contiamo comunque di comunicare, tramite loro, anche con i genitori, per evitare la plastica multiuso e gli abusi di acqua, un bene primario importantissimo».

La “Bianchi” - da sempre attiva nel campo del sociale e del culturale - con il suo novero d’iniziative sancisce così, ancora una volta, la bontà del principio secondo cui lo sport è un elemento estremamente educativo, civico, di crescita individuale e collettiva.

Ed era presente alla consegna delle borracce “plastic free” anche l’assessore all’Educazione Angela Brandi, convinta della «necessità di sensibilizzare sul tema sin dalle più giovani età».—


 

Video del giorno

Max Tramontini si candida come consigliere comunale di Trieste

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi