Contenuto riservato agli abbonati

Le lacrime di Petronzi davanti alle bare. Crepaldi: «Resterete i figli delle stelle»

Nell’omelia dell’arcivescovo e nel saluto del questore le dediche più toccanti durante i funerali in forma solenne

TRIESTE «Saluto la Volante 2, alla sua ultima uscita...». La voce del questore Giuseppe Petronzi, già incrinata dalla commozione, si blocca lasciando a metà la frase. È in quel momento che dai banchi della chiesa di Sant’Antonio Taumaturgo tracima un applauso che travolge le ultime resistenze di chi, fino a quel momento, aveva saputo trattenere le lacrime. Si rigano i volti di colleghi in divisa, esponenti governativi (a cominciare dai ministri Lamorgese e Patuanelli) e soprattutto di tanti, comuni cittadini di Trieste che non hanno voluto mancare nel giorno del lungo addio.

Sono 40 secondi interminabili, da brividi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Stati Uniti: una pioggia di orsacchiotti sul campo da hockey, ma è per beneficenza

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi