Fase due per il Max Fabiani Dopo il trasloco riuscito c’è il rebus dell’inventario