Arpa, studi per interpretare il futuro

Il tema dei cambiamenti climatici, sposato nelle ultime due edizioni di Barcolana, continua ad essere centrale per il futuro dell'umanità. Per capire cosa succederà in Friuli Venezia Giulia l'Arpa, da cui dipende l'Osmer ha coordinato una ricerca con la Regione, le Università, Enti di ricerca e di assistenza tecnica. Nello studio sono stati esaminati tre scenari futuri: ad alto, medio e basso impatto delle attività dell’uomo sul clima; essenzialmente dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera. Nella peggiore delle ipotesi potremmo aspettarci a fine secolo un aumento della temperatura estiva fino a sei gradi, mentre, sempre in estate, le piogge potrebbero diminuire fino al 20-25% in pianura. Se al contrario vi sarà un auspicabile impegno, l’incremento medio delle temperature estive potrebbe eccedere di solo 1/2 gradi i valori medi del trentennio 1976-2005 e al contempo le piogge rimarrebbero sui livelli attuali.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi