In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Barcolana entra nel vivo: 350 eventi, Villaggio in piazza e già 1500 iscritti

Numerose le iniziative a sostegno dell’ambiente e grande attenzione al sociale. Un’edizione che punta sulla qualità

2 minuti di lettura

TRIESTE Se lo scorso anno per il cinquantenario si è doverosamente parlato di Barcolana dei record, quest’anno il profilo si attesta sulla qualità, concetto che spesso è associato ai temi dell’ambiente. La sostenibilità ambientale è il filo conduttore che accompagna molte iniziative della 51esima edizione di questa regata popolosa (lo scorso anno erano 2689 le imbarcazioni allineate allo start, ieri le iscrizioni avevano già toccato quota 1500) e popolare, essendo riuscita a mantenere intatto lo spirito goliardico e autentico che la caratterizza fin dall’esordio.



Per quanto riguarda gli eventi a terra (oltre 350), la novità è una nuova logistica del Villaggio Barcolana. Per la prima volta il “salotto buono” di Trieste, piazza Unità, è anche il baricentro della manifestazione, con uno spazio dedicato al pubblico, progettato dagli architetti di Pretoro e Paladini dello studio Metroarea di Trieste, per vivere i contenuti dell’evento da una prospettiva diversa, direttamente collegata al tradizionale Villaggio allestito sulle rive.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Il ritorno della Vespucci e la prima volta degli stand nel cuore di piazza Unità]]

Con un restyling rispettoso della location prestigiosa e in linea con le tendenze green di questa edizione, traslocano in piazza Unità l’Infopoint Barcolana, dove si trovano gli opuscoli con gli oltre 300 appuntamenti in programma (consultabili e aggiornati anche sul sito web www.barcolana.it e sulla app Barcolana51), i temporary spaces dei principali partner, il ristorante aperto al pubblico, nonché uno spazio destinato alla Vip Lounge intitolata al Consorzio Prosecco DOC, spazi composti di strutture derivate da container rigenerati, truck e strutture temporanee di alto design.

Come ogni kermesse che si rispetti, anche la Barcolana ha la sua madrina, più d’una, a dire il vero, per questa “green edition”. Testimonial in carne e ossa è la velista oceanica inglese Dee Caffari, con una bella storia che parla di tutela dei mari dalle plastiche: un viaggio iniziato in aprile, compiuto dalla Barcolana con numerosi partner per sostenere le buone pratiche a tutela del mare. Non è invece una vera madrina ma un reale simbolo di riciclo Alice, il ciclopico sardone barcolano in piazza Unità per tutta la durata della Barcolana. Naturalmente, Barcolana è soprattutto mare e vele in mare. Confermati anche per quest’anno tutti i tradizionali appuntamenti che anticipano la regata vera e propria: la vigilia di Barcolana, sabato 12 ottobre, è il giorno della Barcolana classic per scafi d’epoca, mentre domani ci sarà la regata Armatori della Lega Navale Italiana.

Non mancheranno le competizioni Barcolana Fun – Foiling edition Siram by Veolia e Go to Barcolana from Slovenia by Kempinsky & Mk Group. Alle 17. 30 del 12 ottobre con partenza dal Bacino San Giusto partirà infine la suggestiva Barcolana by Night con Meteor e Ufo.

Ricco e corposo come sempre il calendario eventi a terra di Barcolana che comprende decine di appuntamenti che si svolgono in tutta la città. Per il filone Barcolana dedicato alla cultura, vanno menzionate alcune mostre che saranno allestite per tutto il periodo. Nel palazzo delle Poste in piazza Vittorio Veneto di mattina si possono ammirare poster, francobolli e cartoline.Al museo della Civiltà istriana, fiumana e dalmata è in corso l’esposizione “Mare e terra segni d’impresa fra’800 e’900” e al Museo Sartorio ben due mostre fotografiche, “Guardo e vedo”, e “Apriti cielo”. L’eleganza della Barcolana sarà rappresentata anche in questa edizione dalla signorile e maestosa presenza della Nave Scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare che si farà ammirare e sarà aperta al pubblico da oggi al 13 ottobre ogni giorno tranne venerdì che è riservato alle scolaresche. –




 

I commenti dei lettori