In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Alice sbarca a Trieste: inaugurato il maxi sardone di plastica simbolo della Barcolana

L'opera, inserita nella mostra Scart, è stata creata grazie al riutilizzo di oltre diecimila bottiglie e flaconi di plastica conferiti dai triestini nel corso dell’estate nei supermercati Despar.

1 minuto di lettura
Alice, sardone simbolo della Barcolana (Foto Bruni) 

TRIESTE Tutti pazzi per Alice. Venerdì 4 ottobre si è alzato il velo, in piazza Unità, sulla grande installazione protagonista della Barcolana numero 51: il sardone gigante realizzato interamente con bottiglie di plastica farà parte di Scart, insieme di realizzazioni artistiche ospitate fino al 20 ottobre nel cortile interno del Palazzo della Regione. La mostra è a ingresso gratuito e ospita trenta grandi installazioni realizzate interamente con scarti di lavorazione industriale.

A Trieste sbarca Alice, sardone simbolo della Barcolana

Di questa esposizione fa parte anche Alice, il sardone scelto come simbolo di Barcolana 51, opera creata grazie al riutilizzo di oltre diecimila bottiglie e flaconi di plastica conferiti dai triestini nel corso dell’estate nei supermercati Despar.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Tutto pronto per Alice: in arrivo il sardone gigante fatto da 10 mila bottiglie]]

Alice fa parte del progetto ribattezzato “Dalla parte del mare”, un laboratorio che vuole essere simbolo della capacità di costruire un messaggio condiviso in attesa del giorno della regata velica, assurta a simbolo della città.

[[(MediaPublishingQueue2014v1) Alice sbarca in piazza Unità. ecco il sardone di plastica simbolo della Barcolana]]

Il progetto è stato pensato a febbraio e presentato ad aprile. Poi, tra luglio e agosto, è avvenuta la raccolta delle plastiche. Vi hanno lavorato la stessa Barcolana assieme ad AcegasApsAmga, Herambiente, Despar, Comune di Trieste e Regione. Una menzione speciale va riservata a tutti quei triestini che, nel corso dell’estate, hanno scelto di conferire in speciali bidoni posizionati all’interno di 13 supermercati e nella sede della stessa Svbg 10 mila bottiglie di plastica bianche e blu: una quantità impressionante di materia prima utilizzata per la realizzazione del manufatto.

A Trieste si alza il velo su Alice, sardone simbolo della Barcolana 51

Alice è lunga circa dieci metri ed è stata posizionata su un piedistallo in piazza di fronte alle Rive e alla fine dell’evento non sarà smaltita. L’idea è infatti di posizionare la scultura all’ingresso del depuratore di Servola. Le opere di Scart sono state realizzate nell’ambito di un percorso iniziato ben vent’anni fa e rappresentano un piccolo estratto delle oltre mille realizzazioni che hanno preso vita nel corso del tempo nei laboratori allestiti presso le sedi toscane di Herambiente a Pisa e a S. Croce sull’Arno. Si tratta di un insieme di opere raffiguranti un’arte universale e trasversale, che ritrovano nello scarto qualcosa della vita di ogni giorno. Una caratteristica che ha permesso agli artisti di esprimersi con estrema licenza espressiva, perché i rifiuti industriali sono ripetibili e disponibili in grandi quantità, fattore che ha facilitato la creazione di opere spettacolari com’è il caso delle realizzazioni Scart. —

I commenti dei lettori