Gusti di frontiera apre e diventa multimediale

Nasce la webapp per navigare sullo smartphone fra i Borghi di una kermesse che monopolizzerà la città fino a domenica



Gusti di frontiera sempre più a misura di web. La crescita della manifestazione, che inizia oggi per chiudere domenica, si misura anche nella sua capacità di raggiungere un pubblico sempre più vasto e dialogare con esso attraverso le nuove tecnologie. Ieri così è stata presentata in municipio la nuova webapp realizzata da Insiel per permettere ai visitatori di navigare (da casa con il computer o direttamente in mezzo alla festa con il cellulare) sulla mappa digitale di Gusti di frontiera, ottenendo tutte le informazioni desiderate su offerta enogastronomica, logistica, eventi, trasporti e sicurezza. All’evento c’erano tra gli altri, con i rappresentanti di Insiel, il sindaco Rodolfo Ziberna e l’assessore ai Grandi Eventi Arianna Bellan, che hanno voluto ringraziare, citandoli uno per uno, coloro che si sono spesi per realizzare il progetto, dai tecnici di Insiel ai dipendenti comunali del servizio attività produttive, del servizio informatico e di tutti gli altri uffici coinvolti.


«Oggi siamo abituati a trovare sul cellulare tutto ciò di cui abbiamo bisogno, e grazie alla collaborazione con Insiel, un’eccellenza del territorio, siamo in grado di rispondere a questa esigenza anche per Gusti di frontiera», dice Ziberna, mentre Bellan sottolinea che “in futuro l’idea e l’obiettivo sono di ampliare ancora questa webapp che è un servizio prezioso», e che, come hanno precisato i tecnici, è già predisposta anche per una futura gestione multilingue. Ma come funziona le webapp di Gusti? Bisogna precisare che non è un’applicazione che va scaricata sullo smartphone attraverso l’abituale store. Vi si accede dall’indirizzo https://gustidifrontiera.regione.fvg.it, ottenendo una mappa interattiva che presenta tutte le informazioni necessarie per il visitatore. È possibile individuare nel dettaglio l’offerta enogastronomica o merceologica di tutti i borghi e persino dei singoli stand, ma anche gli eventi che si svolgono in tutti i siti, la collocazione dei parcheggi per i camper e di quelli per le automobili (con tanto di possibilità di inviare le informazioni al navigatore del proprio telefono), le fermate delle navette e i loro orari, i bagni pubblici e persino le vie d’uscita in caso di emergenza. Attraverso il motore di ricerca è poi possibile arrivare subito all’informazione desiderata, e anche salvare nella sezione “preferiti” tutto ciò che più interessa, creando di fatto un itinerario personalizzato per la visita alla kermesse. —



Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi