Operaio cade da dieci metri a Cattinara: è grave

Stava effettuando un intervento di manutenzione ordinaria sulla facciata di una delle due torri. Dinamica da accertare

TRIESTE.  È caduto da un’altezza di circa dieci metri mentre stava lavorando. L’incidente, rimasto sotto silenzio per due giorni, si è verificato martedì all’interno dell’ospedale di Cattinara.

La vittima è ricoverata nel reparto di Rianimazione. Si tratterebbe di un cinquantunenne, ma non ci sono conferme precise sulla sua identità.


I medici non hanno ancora sciolto ufficialmente la prognosi. Ma, stando a quanto è stato possibile apprendere, al momento le condizioni sarebbero stabili. E, nelle ultime ore, in lieve miglioramento.

L’operaio non è un dipendente dell’ospedale, ma di una società esterna: la “Vertigine srl”, una ditta triestina specializzata nei lavori in quota. L’addetto stava eseguendo un intervento di manutenzione ordinaria sulla facciata di una delle due torri.

Un subappalto della Siram, ha confermato ieri la dirigenza dell’Asuits. L’infortunio è avvenuto nei pressi della mensa, sul lato Anatomia-aule. La dinamica dell’incidente è ancora tutta da accertare con precisione. Ma secondo quanto emerge al momento, l’operaio della “Vertigine” non avrebbe agganciato correttamente un moschettone. È così che avrebbe perso la presa, precipitando improvvisamente a terra?

Un errore, dunque? Una disattenzione? Possibile. Sono tuttavia soltanto ipotesi, come accennato ancora tutte da verificare.

Sarà l’operaio a chiarirlo, nei prossimi giorni, non appena sarà nelle condizioni di farlo. Anche perché non è stato spiegato se l’addetto della “Vertigine”, quando era a quell’altezza di circa dieci metri, stava lavorando da solo o alla presenza di altri colleghi. Né se ci sono testimoni. Nessun commento dalla ditta. Contattati telefonicamente, i responsabili della srl preferiscono non dire assolutamente nulla sulla vicenda.


 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi