Inaugurata la statua del Vate a Trieste, Dipiazza: «Orgogliosi di lui»

Il sindaco ha definito le polemiche «incredibili, tutta l'Italia è piena di viali e scuole dedicate a D'Annunzio»

TRIESTE. È stata inaugurata nella mattinata di oggi, giovedì 12 settembre, in piazza della Borsa la statua dedicata a Gabriele D’Annunzio. La scultura, realizzata dal bergamasco, Alessandro Verdi, raffigura il poeta pescarese a gambe accavallate seduto su di una panchina mentre è assorto nella lettura con il gomito del braccio sinistro appoggiato su di una pila di libri.

Una scelta quella della Giunta di centrodestra guidata da Roberto Dipiazza di dedicare al Vate un monumento nel cuore della città che nei mesi scorsi aveva provocato molte polemiche, sfociando in una raccolta firme online tra detrattori e sostenitori dell'idea. «Tutta l'Italia è piena di viali e scuole dedicate a D'Annunzio e tutte queste polemiche che ho sentito mi sembrano davvero incredibili», ha dichiarato il primo cittadino nel corso dell'inaugurazione.

«D'Annunzio è stato un grande italiano come ce ne sono stati tanti altri e dobbiamo essere orgogliosi di lui. Sono molto soddisfatto di avere inserito la sua statua che si va a unire a quelle di Saba, Joyce e Svevo» ha concluso Dipiazza.

Trieste, inaugurata tra le polemiche la statua di D'Annunzio

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi