Contenuto riservato agli abbonati

Scatta l’Iva sui corsi, a Trieste scuole guida in rivolta

Un'autoscuola (foto Bruni)

L’allarme dei titolari dopo l’obbligo di applicare l’imposta con una retroattività di 5 anni. «A rischio chiusura 8 realtà su 10»  

TRIESTE Scuole guida sul piede di guerra. A scatenare la protesta la ventilata entrata in vigore dell’obbligo di applicare, e quindi versare al Fisco, l’Iva su corsi e lezioni, anche con valore retroattivo, fino a 5 anni prima. Una “mazzata” che, secondo gli addetti ai lavori, finirà per far chiudere 8 scuole su 10. Prima di tutto a Trieste, tra le primissime città ad essere stata sottoposta ai controlli, e da cui non a caso si leva ora il grido d’allarme dei titolari, riuniti ieri in un incontro indetto proprio per affrontare il problema.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/9, Castelli: "Ecco quanto metteremo contro il caro bollette e i ristori in arrivo"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi