Test d'ingresso, la carica dei 704: sono 170 i posti “offerti” a Medicina

Una passata edizione del test di Medicina a Trieste

A Fisioterapia passerà la selezione solo un candidato su 10. Quiz per i 66 aspiranti alle 30 caselle del corso in Odontoiatria

TRIESTE Iniziano oggi, 3 settembre, i test d’ingresso per accedere alle facoltà universitarie a numero chiuso dell’ateneo di Trieste. Primo appuntamento con l’esame di ammissione riservato agli aspiranti dottori in Medicina e Chirurgia.

A Trieste saranno in 704 a contendersi i 170 posti riservati a chi supererà il test, una quota leggermente superiore rispetto all’Università di Udine, dove si presenteranno in 550 per i 147 a disposizione. Una quota in leggero calo rispetto all’anno scorso a fronte di un aumentato numero di posti a disposizione (42) a livello regionale.


Le prove alle quali dovranno sottoporsi oggi gli aspiranti camici bianchi si compongono di domande a risposta multipla riguardanti cultura generale, logica, biologia, chimica e matematica. A differenza degli anni passati, da quest’anno il Miur ha indicato ai candidati quali argomenti per ciascuna materia della prova era possibile prepararsi. Agli aspiranti dottori verranno dati 100 minuti di tempo per rispondere, durante i quali devono cercare di ottenere il punteggio massimo. A cimentarsi con i quiz ci saranno anche i candidati all’accesso al corso di laurea in Odontoiatria: 30 i posti a Trieste e 66 i pre-iscritti. A distanza di una settimana toccherà poi ai colleghi delle professioni sanitarie: il test di accesso a queste facoltà è fissato per tutti gli atenei l’11 settembre.

La sfida più difficile riguarderà gli aspiranti fisioterapisti: 26 posti disponibili nell’Università di Trieste a fronte di 247 candidati. Anche in questa circostanza è estremamente limitata la percentuale di chi supererà la prova, trattandosi di circa un candidato ogni 10. Un po’più amplia invece la rosa degli aspiranti ostetrici destinati a superare il test iniziale, “ben” uno ogni 5, vale a dire 19 candidati su un numero di pre-iscitti di sono 97.

Più in discesa invece la strada degli infermieri, i quali a Trieste così come a Udine avranno a disposizione un posto ogni due, nella fattispecie 103 posti a Trieste per 203 candidati, mentre a Udine i posti a disposizione sono 142 posti su 299.

Tante sono le novità introdotte dal Miur relative al test di Medicina 2019 e contenute nel bando, uscito il primo aprile scorso, dove vengono indicate le date della prova, le modalità d’iscrizione, gli argomenti da studiare, le simulazioni con cui esercitarsi, come funzionano graduatoria e scorrimenti. Anche se il Ministero sta lavorando ad una possibile abolizione del test per l’ingresso alle facoltà a numero chiuso di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria, la notizia più importante è il già citato aumento del numero disponibili, grazie all’incremento del 18 per cento del numero di posti disponibili rispetto allo scorso anno. L’altra novità riguarda una nuova distribuzione delle domande che compongono il test e l’inserimento di nuovi argomenti di esame. Le iscrizioni per la prova d’ingresso a Medicina e Chirurgia si sono chiuse alla fine dello scorso mese di luglio, lasciando ai candidati il tempo necessario per prepararsi al meglio per questa prova determinante per il loro futuro.

Giovedì la seconda prova d’accesso ad un’altra facoltà a numero chiuso, Architettura, che metterà a disposizione per l’ateneo triestino 48 posti. Molto inferiore il numero degli studenti candidatisi a questo indirizzo, solamente 36 infatti si sono iscritti al test per diventare i futuri Calatrava. —




 

Video del giorno

Metropolis/9, Castelli: "Ecco quanto metteremo contro il caro bollette e i ristori in arrivo"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi