Contenuto riservato agli abbonati

Tre “polizie” agli ordini del sindaco contro degrado e microcriminalità a Monfalcone

Una pattuglia della Municipale in servizio a Panzano

Il Comune conferma il ricorso agli esterni per coprire le carenze di personale della Municipale. Da gennaio altri vigilantes

MONFALCONE «Confermo e vado avanti». Se si trattasse di un quiz, questa sarebbe la risposta di Anna Cisint. Il sindaco non retrocede di un millimetro nell’impegno, assunto nel suo “contratto” di governo con l’elettore monfalconese, a contrasto del degrado urbano e rafforzamento della sicurezza in città. E così, dopo un periodo sperimentale, annuncia con l’investimento di circa 44 mila euro la stabilizzazione dei servizi di vigilanza privata che, in un caso da un anno e mezzo e nell’altro da tre settimane, ha ingaggiato sia per sopperire alla carenza di organico nel corpo municipale, dove si sono susseguite mobilità e sono in procinto di esordio nuovi concorsi, sia per raggiungere gli obiettivi che la giunta, all’indomani dell’insediamento, si è posta.

Video del giorno

Processo Depp, Kate Moss smentisce Heard: “Non mi ha mai picchiata durante tutta la relazione”

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi