Contenuto riservato agli abbonati

Crollo all’Acquamarina, fra un mese prima udienza-chiave in Tribunale

La piscina Acquamarina transennata

Appuntamento dal gip per una perizia con la formula dell’incidente probatorio. Inchiesta, ecco tutti i nomi

TRIESTE La partita giudiziaria per stabilire le cause e le responsabilità del crollo all’Acquamarina entrerà nel vivo più o meno tra un mese. Quando cioè la palla passerà a un gip, chiamato a conferire a un perito gli accertamenti tecnici sul cedimento del tetto che sovrastava la piscina. Il collasso, fortunatamente senza vittime, era avvenuto nel primo pomeriggio del 29 luglio mentre due operai erano al lavoro all’interno della struttura, in quel momento chiusa per manutenzione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la passeggiata cinematografica è a Melara

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi