Dal bistrot del Tergesteo alla birreria in via Giulia: valzer di locali in vendita

Il giardino Tergesteo (Bruni)

Il momento d’oro del turismo non garantisce a tutti i gestori affari in linea  con le aspettative. Ma c’è anche chi molla per stanchezza e raggiunti limiti d’età  

TRIESTE Estate “dinamica”, dal punto di vista immobiliare, per i locali a Trieste, con una cinquantina di annunci pubblicati online da giugno per vendere o affittare bar, ristoranti e trattorie. Sul mercato in qualche caso la sola licenza, in altri anche i muri, per spazi in pieno centro o in periferia. E alcuni sono anche molto conosciuti. È il caso del bar Tergesteo, messo in vendita in rete con tanto di foto degli ambienti interni ed esterni, con una descrizione accattivante, che sottolinea come si tratti di un “ottimo investimento”. «Bellissimo locale – si legge - sito nelle zona maggiormente frequentata dai giovani e dai turisti. Spettacolare atmosfera tranquilla e romantica. Il prezzo di vendita comprende tutte le attrezzature presenti, mobilio, elettrodomestici e licenza. Il canone di locazione è pari a 3.300 euro, che messo a confronto con altre attività commerciali della zona risulta molto vantaggioso».

Si cede l’attività anche del caffè Carducci, nell’omonimia via. «Ad elevato traffico pedonale e con clientela affezionata. Ambiente accogliente e grazioso con arredamento ammodernato da poco». La cifra richiesta è di 50 mila euro per l'avviamento, mentre la locazione è di 1.200 euro mensili. Cerca un nuovo gestore anche un bar, enoteca e ristorante di via Trento, di 70 metri quadrati. Dalle foto si evince chiaramente il posto, ma le informazioni online sono volutamente poche. «Consolidata clientela, zona strategica per uffici e alberghi, ottima frequentazione di turisti. Cedesi avviata attività completa di attrezzature. Trattative riservate».


Tra i tanti annunci anche un bar con spazio esterno in viale XX settembre. Poco distante, in via Marconi, in vendita a 155mila euro per quasi 100 metri quadrati un altro bar, con cucina. Non lontano ecco un altro grande immobile molto conosciuto, in via Giulia 48, ristorante e birreria. «Con quattro fori in zona di forte passaggio, completamente arredato e attrezzato. Vengono venduti sia l’immobile che l’attività – viene precisato - anche separatamente». Bar, cucina, forno, spazio esterno, ufficio, per complessivi 128 metri quadrati a 220 mila euro. Alla ricerca di nuovi titolari anche ampi locali con attività di tabacchi, come quello nelle vicinanze dell’Università, in via dello Scoglio, che comprende paninoteca, bar, edicola, tabacchi e un centinaio di coperti dentro oltre a una ventina fuori, per 169 metri quadrati. «La cifra richiesta per l’avviamento e la licenza è di 65 mila euro a cui andrà aggiunto l'inventario. Locazione pari a 1.200 al mese. Redditi dimostrabili».

Muri e attività a 329 mila euro sulle Rive, per i 42 metri quadrati di un bar con ricevitoria, definito “in posizione strategica”. «Quattro ampie vetrine fronte strada, di cui due utilizzate come ingressi, ed il posizionamento sull'angolo offrono una notevole visibilità».

Ironico chi propone un locale per via San Nicolò, che puntualizza. «Astenersi perditempo e sognatori». E c’è anche chi definisce nei dettagli il motivo della cessione e offre un supporto completo a chi subentrerà. «Offro a 89 mila euro una vera opportunità per chi vuole intraprendere un’ attività imprenditoriale con un investimento iniziale non eccessivo. Licenza per un pubblico esercizio in pieno centro storico, in un punto di forte passaggio pedonale nella via San Nicolò. La vera convenienza è data dall’affitto, molto basso. Garantita senza costi una consulenza di marketing strategico di alto livello (documentato) per avviare l'attività ed avere fin da subito forti margini di guadagno. L’opportunità è resa possibile perchè per gli attuali titolari è giunto il momento della pensione». Facilmente intuibile quale sia un locale di piazza Ponterosso, anche se non vengono pubblicate le foto e nemmeno il nome, per 80 metri quadrati, cinque vetrine e tavoli esterni. Ampio anche un locale all’ angolo tra via d’Azeglio e Vidali, con bar e cucina, definito “grande e arioso”, a 130mila euro. Un altro ancora cerca un nuovo titolare poco distante, vicino all’ospedale, e poi, tra i tanti, anche davanti al tribunale e vicino a piazza Garibaldi. —


 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi