Contenuto riservato agli abbonati

Sanità Fvg “in rosso”: buco da 30 milioni grazie al tesoretto segreto

Pazienti in attesa al Pronto soccorso dell’ospedale di Cattinara, struttura dell’Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste

Stime riviste al ribasso per effetto dei 50 milioni accantonati e non distribuiti. Il debito isontino batte quello di Trieste

TRIESTE Il buco della sanità previsto per il 2019 vale trenta milioni. Le Aziende sanitarie lo avevano stimato per la verità in ottanta milioni ma, da quanto trapela, commissari straordinari e direttori generali avevano chiuso il bilancio semestrale e le previsioni per fine anno senza sapere che l’assessore alla Salute Riccardo Riccardi aveva pensato di non distribuire una cinquantina di milioni, proprio per costringerli a risparmiare.

E così, dopo una settimana in cui nella Direzione centrale sono volate parole grosse, il bilancio preventivo si è chiuso con un rosso a tinte meno forti di quanto circolava per i corridoi delle Aziende sanitarie giorni fa.

Video del giorno

Calcio, dalla curva della Lazio insulti razzisti allo steward nero durante partita con il Verona

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi