In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Trieste, moto d'acqua della polizia "sfrecciano" davanti ai Filtri. I bagnanti: "Ci siamo spaventati"

I presenti hanno chiamato il 112 per denunciare l'accaduto. La polizia: "Non è stato superato alcun limite, si trattava di attività di routine"

1 minuto di lettura

TRIESTE Due moto d'acqua della polizia sfrecciano vicino a riva nella zona dei Filtri, sulla Costiera triestina e i bagnanti, spaventati, chiamano il 112 per denunciare l'accaduto. L'episodio è avvenuto nella mattinata di giovedì primo agosto, attorno alle 9.30 ed è stato immortalato con lo smartphone da diverse persone presenti.

Trieste, le moto d'acqua della polizia sfrecciano davanti ai bagnanti

Secondo i bagnanti, infatti, la velocità dei mezzi sarebbe stata eccessiva: "Ci siamo spaventati, abbiamo preso paura" ha spiegato una di loro, che ha anche chiamato il 112 per denunciare l'accaduto.

La polizia, interpellata, ha negato che i mezzi andassero a una velocità eccessiva o comunque superiore ai limiti di sicurezza e ha precisato che gli agenti erano impegnati nella normale attività di controllo contro gli abusi edilizi e sul rispetto delle regole negli spazi demaniali.

I commenti dei lettori