Contenuto riservato agli abbonati

La Procura di Trieste avvia un’inchiesta sull’appalto di Cattinara

Il tormentato iter d’appalto finisce in un fascicolo d’indagine affidato ai carabinieri. Nel mirino l’intera procedura, dalla gara iniziale alla risoluzione del contratto

TRIESTE La Procura della Repubblica di Trieste ha aperto un fascicolo sull’appalto di Cattinara. Lo stop ai lavori per il rifacimento dell’ospedale giuliano finisce dunque nel mirino degli inquirenti a sette mesi di distanza dall’avvio di un contenzioso cominciato nel dicembre scorso.

I carabinieri sono alla ricerca di possibili risvolti penali nella vicenda che vede l’Azienda sanitaria universitaria integrata e l’Ati capitanata dall’impresa Clea duellare dall’anno scorso sull’affidabilità delle polizze fideiussorie e sulla qualità della progettazione esecutiva, consegnata dai costruttori ma mai ritenuta adeguata dalla stazione appaltante per dare il via alle opere.


La Procura vuole vederci chiaro su origini e sviluppi del tormentato iter.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

L'orsetto salvato nel Parco d'Abruzzo e ricongiunto alla famiglia: è l'unico caso in Europa

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi