Artigiano monfalconese cade da una scala sbatte con la schiena e rischia la paralisi

L’incidente è accaduto in un appartamento di via 9 Agosto. L’uomo di 67 anni è stato elitrasportato all’ospedale di Udine

GORIZIA. È stato elitrasportato all’ospedale di Udine l’artigiano precipitato ieri mattina, martedì 9 luglio, da un’altezza di circa un metro e mezzo mentre lavorava all’interno di un appartamento dello stabile al civico 1 di via 9 Agosto. Stando alle ricostruzioni, l’uomo - un sessantasettenne di Monfalcone, di cui non sono note le generalità - si trovava su una scala quando ha perso l’equilibrio ed è rovinato a terra sbattendo con la schiena.

Erano circa le 10.45 quando è scattato l’allarme. Sul posto sono intervenuti prima i sanitari della Croce Verde goriziana con ambulanza e automedica, quindi i carabinieri della stazione di Gorizia e i vigili del fuoco del comando provinciale di via Paolo Diacono. Le condizioni dell’artigiano sono apparse subito serie, ma non risulta in pericolo di vita. L’uomo, che è rimasto sempre cosciente, lamentava una mancanza di sensibilità agli arti inferiori. I sospetti di lesione alla colonna vertebrale hanno spinto alla cautela per il trasferimento del paziente.

Con l’ausilio di una barella a cucchiaio, il ferito è stato immobilizzato e trasportato a spalla dal secondo piano alla strada dove numerose persone si erano nel frattempo fermate per capire cosa fosse successo. Sistemato sulla barella e caricato in ambulanza, l’uomo è stato quindi accompagnato alla piazzola dell’elisoccorso del San Giovanni di Dio. Trasferito sull’eliambulanza l’artigiano è stato portato per accertamenti all’ospedale di Udine. Nel tardo pomeriggio non era stata ancora sciolta una prognosi.

L’incidente è avvenuto nel corso di un intervento di manutenzione straordinaria di un appartamento. Dell’infortunio sono stati informati anche l’Ispettorato del Lavoro e la Procura della Repubblica di Gorizia, ma dai primi accertamenti non risultano esserci irregolarità in tema di sicurezza sul posto di lavoro. L’artigiano è un lavoratore autonomo e la caduta non sarebbe stata causata da terzi.

La presenza dei mezzi di soccorso all’incrocio tra via 9 Agosto e corso Italia ha inevitabilmente rallentato il traffico della mattina creando qualche piccolo disagio agli automobilisti in transito. 


 

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi