I soci del Duca d’Aosta cambiano strategia

Tutti concordi: il piano industriale deve essere sostenibile Si va verso l’amministratore unico e investimenti di privati