Contenuto riservato agli abbonati

Palazzo Telecom di via Pascoli in mani friulane per sei milioni

Pedone, patron del club di basket di Udine, ha acquistato l’edificio dal fondo Polis Il gruppo delle comunicazioni resta in affitto, ma qui arriveranno i cinesi di Yu Mart

TRIESTE. “Palazzo Telecom”, quell’edificio francamente piuttosto brutto costruito alla fine degli anni Sessanta al principio di via Pascoli al civico 9, cambia proprietario. La vendita, su cui si era raggiunto un primo accordo in maggio, è stata perfezionata all’inizio di questa settimana: il fondo Polis in liquidazione cede il vasto immobile di 14 mila metri quadrati alla cifra di 6,1 milioni, acquirente è la holding Al.Pe.Invest che ha sede a Udine e di cui è leader Alessandro Pedone.

Polis è partecipata da sei banche popolari settentrionali, che sono Ubi, Bper, Popolare di Sondrio, Popolare di Vicenza in liquidazione coatta amministrativa, Sanfelice 1893, Valsabbina. Per il fondo non si può parlare di un affarone: aveva comprato lo stabile nel febbraio 2007 a 14,6 milioni dalla Inserco di Martignacco, adesso lo rivende con una minusvalenza di oltre 8 milioni. Evidentemente la crisi del mercato immobiliare si è fatta sentire anche nei “possedimenti” dei gruppi creditizi. Amministratore delegato e direttore generale del fondo è Paolo Berlanda.

Pedone è soddisfatto dell’operazione, per l’imprenditore friulano si tratta del primo investimento immobiliare a Trieste «ma ce ne saranno altri - commenta al cellulare dall’aeroporto di Cagliari - perchè credo fortemente nello sviluppo della città, sempre più candidata a essere un importante hub socio-economico». Non muterà in modo sostanziale la destinazione di via Pascoli 9, perchè l’attuale inquilino Telecom ha un contratto di locazione che si protrarrà per alcuni anni: la novità maggiore sarà la vocazione mercantile dell’ampio pianoterra (oltre 2000 metri quadrati) dove è previsto l’insediamento di Yu Mart, il brand cinese che ha rilevato Marchi Gomma.

Pedone detiene il 30% di Gsa (Gruppo servizi associati), di cui nell’inverno 2018 ha ceduto il 68,5% al fondo Armònia: le attività aziendali si articolano in tre branche che riguardano la sicurezza delle infrastrutture, la manutenzione, l’accoglienza. In complesso - dichiara lo stesso Pedone - occupa 3400 addetti tra Italia, Spagna, Francia. L’imprenditore è inoltre il patron della compagine udinese di basket, Apu Gsa, che disputa il campionato di A2.

Il compendio immobiliare acquistato si estende a una cinquantina di metri da piazza Garibaldi e tocca via Pascoli, via Manzoni, Androna della Ferriera. La scheda sul sito Polis lo situa, con un evidente errore, nel rione di San Giacomo. Il complesso è costituito da due corpi di fabbrica adiacenti, il più importante dei quali si erge su sette piani fuori-terra e su un piano semi-interrato. Al sesto piano - racconta ancora la scheda - ci sono due terrazze che si affacciano rispettivamente su via Pascoli e su via Manzoni. L’immobile ha due ingressi veicolari in via Manzoni e in via della Raffineria. È interessato a un intervento manutentivo da 2 milioni effettuato da Monticolo & Foti —


 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi