Contenuto riservato agli abbonati

Raffica di furti: colpito anche un altro stabilimento balneare in viale Miramare

Rubati 400 euro dalla cassa del bar. La polizia ha inoltre arrestato e denunciato, per altri fatti, quattro persone

TRIESTE Continuano i furti negli stabilimenti balneari. Dopo la recente (e non prima) incursione di ladri nel bar del bagno Cral, in Porto vecchio, la scorsa notte, venerdì 28 giugno, nel mirino è finito il bagno Sticco. Ignoti si sono introdotti all’interno del bar forzando una finestra. Hanno prelevato dai due registratori di cassa circa 400 euro. Sono in corso le indagini da parte della polizia.

La scorsa notte, inoltre, la Polizia di Stato ha denunciato per guida in stato di alterazione alcolica un cittadino sloveno, A.B., nato nel 1994. Assieme a un suo connazionale è stato notato salire a bordo di un natante ormeggiato nella baia di Sistiana e di essere alquanto alterato. Dopo aver fatto molta confusione, i due sono saliti a bordo di un’autovettura e si sono diretti verso Trieste. Lungo la strada Costiera una Volante del Commissariato di P.S. di Duino Aurisina l’ha fermata e ha sottoposto il conducente, A.B., all’alcoltest. E’ risultato positivo ed è stato denunciato.

E ancora, sempre una Volante di Duino Aurisina ha notificato un ordine di carcerazione a un cittadino moldavo, R.V., nato nel 1978. L'uomo stava lasciando il territorio nazionale a bordo della propria autovettura quando è stato fermato per un controllo nei pressi dell'ex valico confinario di Fernetti. Dagli accertamenti effettuati è emerso un rintraccio emesso nel 2018 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Padova relativo ai reati di ricettazione e false attestazioni d'identità commessi dal moldavo a Padova nell'ottobre 2003. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato accompagnato presso la locale Casa circondariale per scontare la pena residua di 2 anni, 6 mesi e 27 giorni di reclusione.

Nella tarda mattinata di ieri, inoltre, è stata data esecuzione a un provvedimento di custodia cautelare emesso a fine maggio dal Tribunale di Trieste nei confronti di Y.F.M., nato nel 1990 in Ucraina. Ha sottratto alcune lattine di birra assieme a un’altra persona da un supermercato di Roiano e vi si è allontanato, seguito dagli addetti alla vigilanza che hanno contattato la sala operativa della Questura tramite il 112. La Volante della Questura lo ha fermato in via Boccaccio e, dagli accertamenti effettuati, è emerso a suo carico anche il divieto di ritorno nel Comune di Trieste fino a marzo del 2022. Denunciato per il furto, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la locale Casa circondariale come disposto dalla misura cautelare a suo carico.

Un altro furto di lattine di birra e di alcuni generi alimentari ieri mattina in un supermercato di viale Miramare. Denunciato il cittadino rumeno V.M., nato nel 1986.

 

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi