Ladri al bagno Cral Si prendono mance e fondo cassa

Ennesimo furto ai danni dello stabilimento balneare I malviventi hanno fatto  irruzione forzando la porta  di ingresso del bar



Il fondo cassa, qualche banconota delle mance e i pacchi di caffè di riserva. Non un grosso bottino, in realtà, ma ciò che disturba sono le serrature divelte, il disordine lasciato in giro e la sensazione di impotenza nei confronti dei ladri.


Ennesimo furto la scorsa notte al bar del Cral, nello stabilimento di viale Miramare 30. I malviventi sono entrati forzando la serratura della porta di ingresso del locale. Hanno portato via circa 20 euro che si trovavano in cassa e altri 25 euro del barattolo delle mance.

Sottratti pure gli spiccioli di un distributore automatico di palline per bambini e alcuni pacchi di caffè.

Al di là della porta e del lucchetto rotto, non risultano altri danni significativi.

Sul posto sono intervenute comunque le Volanti e la Polizia scientifica della Questura di Trieste.

Non è la prima volta che il bar del Cral viene preso di mira. Sono due i furti documentati nell’estate dell’anno scorso. Uno ad agosto, quando i ladri avevano preso 500 euro, di cui 200 del fondo cassa e altri 250 delle mance per il personale. Mancavano pure due bottiglie di rum.

Per addentrarsi nel locale dello stabilimento balneare i delinquenti avevano abbattuto la rete di recinzione.

Nel colpo precedente, quello di due mesi prima, erano invece spariti i gelati, per un valore di circa 2 mila euro. Coni, ghiaccioli e vaschette era stati in parte consumati dai ladruncoli direttamente sulla spiaggia parallela alla bretella che sfocia su viale Miramare. Forse una bravata, evidentemente, più che in vero e proprio furto. —



Video del giorno

Giornata della memoria a Trieste, il sindaco invita Arcigay alla cerimonia in Risiera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi