Contenuto riservato agli abbonati

Tenete pronti i rastrelli, si va tutti nell’orto insieme ai nonni tutor

Nel giardino del Fantabosco gli alunni pianteranno carote,  piselli e pomodori seguendo i consigli dei “saggi” di famiglia

TRIESTE Assieme ai loro nonni pianteranno i semini per far crescere le carote, i piselli, i pomodori e alcune piantine di basilico e di rosmarino. Poi, se ne prenderanno cura ogni giorno e, con la maestra, annaffieranno il giardino. Così, alla fine, tutti insieme, potranno assaggiare i frutti del loro impegno. Grazie al “progetto orto” dell’asilo nido Il Fantabosco, ideato in partnership con l’associazione culturale e spazio di coworking Laby, un gruppo di bambini parteciperà a un’attività che li aiuterà a rafforzare il loro rapporto con la natura.

«Avere un orto sviluppa l’attitudine alla pazienza, alla cura e all’osservazione, migliora la motricità e favorisce la conoscenza e la manipolazione della terra- osserva Deborah Mervich, direttrice del Fantabosco -. Il 14 giugno, alle 16.30, sarà con noi un nonno che ci aiuterà a piantare e utilizzare strumenti come piccoli rastrelli. L’evento è gratuito e il momento della semina è aperto anche all’esterno: tutti i bambini iscritti, di età compresa tra i 12 e i 36 mesi, potranno prendere parte all’evento, accompagnati dai nonni o dai genitori. Avranno la possibilità di trascorrere un pomeriggio qui a giocare e anche di condividere una piccola merenda, pensata per tutti».


Ma questa non è la prima iniziativa di Fantabosco dedicata in particolare a nonni e nipotini. «Durante l’inverno, nel periodo di Natale, abbiamo creato dei gruppi di lettura durante i quali i nonni hanno raccontato alcune storie», aggiunge Mervich.

Per i prossimi mesi Il Fantabosco ha in calendario altri due eventi originali, supportati da esperti esterni. «Dopo “Il progetto orto”, abbiamo previsto per ottobre il “progetto movimento”: un percorso che, grazie all’attività psicomotoria, vuole migliorare nei bambini la sicurezza ma anche lo sviluppo dell’equilibrio, l’ampliamento degli schemi motori, la coordinazione dei movimenti- continua la direttrice-. Poi, per novembre, abbiamo in programma il “progetto massaggio ayurvedico”, un’arte antica che porta molti benefici. Questo terzo incontro però è rivolto solo ai genitori perché ci siamo accorti che per i bambini può essere difficile capire perché vengono “coccolati” davanti agli altri. Il massaggio ayurvedico ha lo scopo di eliminare le tensioni e i piccoli malesseri favorendo uno stato di benessere».

L’asilo nido Fantabosco è un servizio privato, laico e indipendente, nato nel 2004. Attualmente è frequentato da 25 bambini, suddivisi per classi miste, in cui è presente una figura educativa fissa che ha il compito di stimolare nei più piccoli le loro potenzialità cognitive, affettive e sociali. La struttura è dotata di un grande giardino, opportunamente recintato e ombreggiato, che si presta a numerose attività all’aria aperta.

Per iscriversi all’evento “Progetto orto” è possibile contattare l’asilo Il Fantabosco al 0403048958 o scrivere a Laby ( info@laby.trieste.it). L’iniziativa è inserita nel progetto Famiglie in centro, ideato da Laby per coinvolgere genitori, figli e nonni in attività pensate per supportare la conciliazione tra lavoro e famiglia.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

Video del giorno

Incidente minibus a Capri, il momento in cui il bus precipita ripreso dalle telecamere di sorveglianza

Cotolette di ceci con maionese all'erba cipollina

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi