Il veterano Cibi e due esordienti nella nuova giunta a Monrupino

Il sindaco Kosmina ha presentato la squadra durante il primo Consiglio comunale dopo il voto del 26 maggio. Scelta d’esperienza sul vice, poi Petaros e Gregoretti



La competenza di Casimiro Cibi, che sarà vicesindaco e assessore. L’entusiasmo di due esordienti, Silvana Petaros e Marco Gregoretti, che però vantano notevole esperienza nell’ambito delle rispettive attività professionali.


Tanja Kosmina, neo sindaco di Monrupino, ieri, con qualche ora di anticipo rispetto alla prima seduta del Consiglio comunale dopo il voto del 26 maggio, che si è svolta nel pomeriggio, ha alzato il sipario sulla composizione della sua giunta. Ne faranno parte dunque l’ex vicesindaco, Casimiro Cibi, che così ripeterà tale esperienza diventando inoltre il titolare delle deleghe a Attività produttive, Finanze e Bilancio, Silvana Petaros, che vanta una lunga militanza lavorativa in seno a un patronato della comunità slovena e che si occuperà di Politiche sociali, Cultura e Istruzione, e Marco Gregoretti, imprenditore del settore della ristorazione e titolare del bar del valico di Fernetti, al quale sono stati affidati Sviluppo del territorio, Rapporti transfrontalieri e Sport.

Kosmina ha conservato per sé le deleghe a Lavori pubblici, Urbanistica, Personale e Agricoltura. Kosmina ha dunque pescato fra coloro che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze nella recente consultazione elettorale – Cibi è arrivato secondo, Petaros quarta e Gregoretti sesto – integrando però tale criterio anche in base alle specifiche competenze individuali. «Cibi – ha spiegato la neosindaco – è uomo che potrà trasferire in giunta la sua grande conoscenza del funzionamento del nostro Comune, avendo operato a lungo all’interno dell’amministrazione. È per questo – ha aggiunto – che gli ho affidato Finanze e Bilancio, oltre alle Attività produttive. Silvana Petaros – ha proseguito Kosmina –, avendo operato a lungo a stretto contatto con le associazioni del territorio, potrà lavorare con profitto, mettendo a disposizione dell’esecutivo esperienza e contatti. Marco Gregoretti – ha continuato – che lavora sul confine a Fernetti, può vantare una profonda conoscenza di quella parte del nostro territorio comunale che presenta problematiche particolari». Nel corso della campagna elettorale era emerso con chiarezza infatti che gli arrivi irregolari e la presenza di numerosi immigrati rappresentano un tema molto sentito dalla popolazione residente.

In Consiglio comunale, nella seduta d’esordio di ieri, i primi minuti Tanja Kosmina li ha vissuti palesando una inevitabile piccola emozione, poi superata anche perché l’atmosfera è stata molto cordiale. Il sindaco uscente, Marko Pisani, ha salutato l’aula, passando così virtualmente il testimone al nuovo primo cittadino di Monrupino. —



Video del giorno

Max Tramontini si candida come consigliere comunale di Trieste

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi