Cento miliardi di vecchie lire per lo scalo ferroviario fantasma

Residenti e comitato No Tav Bagnaria criticano l’opera: una cattedrale nel deserto Contestati non solo i costi: «Oggi l’area è ridotta a una sorta di sfasciacarrozze»