In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Autobus a prova d’ambiente, Apt assume 4 autisti in più

Entro l’anno la metà del parco sarà rappresentato da mezzi Euro 6 o elettrici. Azienda in salute, utili per più di 2,5 milioni. Prossimo il cambio della presidenza

1 minuto di lettura



Quattro nuovi autisti. E autobus e corriere sempre più a misura di ambiente. Con l’annuncio che a conclusione del 2019, ben la metà del parco sarà rappresentato da mezzi Euro 6 o elettrici, a testimonianza dell’attenzione dell’azienda nei confronti dell’ambiente.

Apt guarda al futuro con fiducia. Forte dei dati del bilancio 2018 che ha registrato un valore della produzione di 22.102.430 euro, mentre i costi della produzione sono stati di 19.150.205. L’utile netto, dopo le imposte sul reddito, è pari a 2.522.994 euro, mentre il patrimonio netto si attesta ad un ammontare di 33.884.091 euro.

Questi i dati salienti del consuntivo approvato dall’assemblea dei soci di Apt. L’approvazione è avvenuta con la sola astensione dei Comuni di Moraro e Monfalcone, rappresentato dal vicesindaco Venni, per motivazioni non inerenti i contenuti del documento contabile. Anche la solidità finanziaria dell’impresa è spiccata, così come l’indipendenza da terzi finanziatori, grazie alle politiche di autofinanziamento perseguite nel tempo. Ad ogni modo, va evidenziato come nel solo 2018, Apt ha comunque distribuito dividendi pari a circa 7.800.000, derivanti in parte dagli utili prodotti nell’anno precedente e in parte tramite prelevamento da patrimonio.

Oltre i dati economici, l’azienda dispone attualmente di una flotta composta da 119 autobus dedicati al trasporto pubblico locale con un’età media di 6,3 anni, attraverso la quale sviluppa una produzione chilometrica complessiva annua di 6,2 milioni di chilometri e trasporta 6,5 milioni di passeggeri. Il 74% della flotta Tpl è composta da veicoli pari almeno ad Euro 5, unitamente a quelli a trazione elettrica. Questa frazione salirà all’82% nel corso del 2019 a seguito delle sostituzioni già programmate. A questi mezzi vanno aggiunti i 6 pullman gran turismo della flotta da noleggio, 7 scuolabus, 7 autobus dedicati al trasporto interno dei lavoratori presso Fincantieri e un trenino turistico.

Da segnalare l’ampliamento dell’organico con ulteriori 4 autisti che portano a 215 i dipendenti nel corso del 2018. Attualmente Apt continua ad operare in regime di concessione a seguito di gara europea, in proroga al 31 dicembre 2019, che impegna di fatto l’Azienda nelle provincia di Gorizia, Trieste e Udine.

Il nuovo assetto delineato dal bando di gara comporterà il superamento delle attuali unità di gestione, a fronte di un unico soggetto regionale, con importanti vantaggi per l’utenza in termini di territorio servito e servizi disponibili, con particolare attenzione agli aspetti legati all’intermodalità, all’infomobilità e all’ambiente. Inoltre, la certezza di risorse disponibili nel medio-lungo periodo permetterà alle aziende di programmare altri investimenti per migliorare il servizio. L’assemblea, visto che di mezzo c’erano le elezioni europee, ha rimandato alle prossime settimane la nomina del nuovo consiglio di amministrazione. L’assemblea verrà comunque riconvocata a breve, date anche le dimissioni rassegnate dalla presidente Sara Cumar in data 21 maggio. —



I commenti dei lettori