Viaggio senza controllo di sei vagoni merci sulla Udine-Gorizia

Le carrozze si sono staccate dalla base per motivi ancora da chiarire e sono arrivati a Mossa tornando poi indietro a Capriva a causa della pendenza. Linea bloccata, disagi per i passeggeri. Aperta un'inchiesta

CAPRIVA DEL FRIULI. Sei vagoni si sono staccati da un vagone merci nella tarda mattinata lungo la linea ferroviaria Udine-Gorizia. Per cause che sono al vaglio della Polizia di stato, i vagoni che trasportavano materiali ferrosi sono arrivati sino all’altezza del territorio del Comune di Mossa, favoriti anche dalla pendenza del terreno.

Quindi, sono tornati indietro (per la pendenza contraria) fermandosi definitivamente nel territorio del Comune di Capriva del Friuli. In complesso, i sei vagoni hanno vagato senza controllo sui vbinari per una trentina di chilometri.

Sul posto, oltre agli agenti della Polizia ferroviaria, anche i vigili del fuoco del comando provinciale di via Paolo Diacono. L’incidente ha comportato la chiusura del traffico ferroviario su quella tratta con i comprensibili disagi all’utenza, con passeggeri costretti ad attese protrattesi per ore.

Nonostante alla fine non si siano registrati miracolosamente incidenti, è stata aperta un'inchiesta per chiarire le cause del distacco che avrebbe potuto provocare un disastro ferroviario.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi